I profumi dei viaggi - Graziella Martina - In viaggio con gli scrittori

Vai ai contenuti

Menu principale:

I profumi dei viaggi


I profumi dei viaggi
ed. Ibis I edizione novembre 2000

(testo originale a fronte)
Titolo originale

Some aspects of Travel







Il volumetto raccoglie i testi di due conferenze tenute da Kipling davanti ai soci della Royal Geographical Society. Nel cuore dello scrittore c'è una tenerezza emozionata per quello che è stato il fascino dei viaggi: i bivacchi in luoghi imprevisti, il profumo delle foreste, la freschezza delle acque limpide dei torrenti, le mete esotiche a cui la fatica di una tappa di avvicinamento dava un gusto particolare, la sensazione dello sforzo fisico e morale ricompensati… L'aeronautica, purtroppo, stava apportando modifiche enormi alle comunica-zioni, annullando gli ostacoli naturali e rendendo facilmente visitabili regioni prima inaccessibili. Anche gli spostamenti terrestri si facevano più veloci, riducendosi spesso a una serie di rapide immagini accavallantesi davanti agli occhi dei viaggiatori, con scarso coinvolgimento emotivo da parte loro.


Svanivano le impressioni profonde che colpivano un tempo la mente di chi viaggiava, sparivano i profumi e il loro meccanismo evocativo - tema centrale della conferenza - coperti dall'odore onnipresente del carburante dei mezzi di trasporto a motore.
Cambiava il significato del viaggio. E Kipling, con grande spirito profetico, ha anticipato, in una successione di piccoli medaglioni, ciò che con il nuovo modo di spostarsi si stava perdendo.




 
Torna ai contenuti | Torna al menu